Farfalle con pomodori secchi e asparagi

il

Crudo e Cotto

Tulipani

Fior che mutabile rendi il colore del vago petalo
e serri in un amplesso il verde stel
il simbolo sei tu di quell’amore
che incauto muta e il cor lascia nel gel?
Se tale, improvvida, ti fè natura, sei degno, misero,
delle danze lascive e del fragor
che nell’harem s’avviva, e dell’impura
schiava che inneggia quando sbocci, o fior.
E t’amo, e intesserti vorrei al serto che adorna il candido
fronte delle figlie dell’amor, dei re;
ma se cerca, il pensier, che sa il tuo merto,
trono più bello troverà per te.
Ti bacio, e trepido sul bianco sen de la mia vergine
con ansia arcana ti vorrei sposar;
ma se interrogo il cor mesto e sereno
bramo più santo e più lucente altar.
L’altar che illumina la madre mia con la sua immagine
irradiata da divin fulgor,
dove piango, ove prego e m’india
l’anima tutta in quell’immenso amor.

View original post 137 altre parole

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. weedjee ha detto:

    Riquísimo Francesca 😘😘😘😘

    Piace a 1 persona

  2. BallesWorld ha detto:

    Sembra molto delizioso 😋😋😋

    Piace a 1 persona

  3. Chef V. ha detto:

    Ssssuperlatiiivooo😜👌 Troppo tosta la Fra di Crudo e Cotto!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.